Palle inattive: come organizzarle.

Se guardiamo una partita con attenzione, spirito critico e di apprendimento, notiamo che nella maggior parte dei casi il risultato di una partita è deciso da gol su palle inattive o su azione susseguente. Oggi in ogni categoria ci si trova, si vede una minuziosa cura delle palle inattive, proprio per la loro grande possibilità di volgere a proprio favore le sorti della partita.  Forse non è sempre palese, ma quasi ogni azione che prevede la ripresa del gioco dal palla da fermo, ha dietro di se uno schema, dei movimenti e delle situazioni provate e riprovate in allenamento che poi si cerca di mettere in pratica in partita.  Ovviamente le palle inattive comportano un lungo lavoro prima che riescano alla perfezione. Ogni membro che partecipa all’azione deve sapere nei minimi dettagli il suo ruolo, i movimenti che andrà ad eseguire, a chi passare la palla, e soprattutto quando fare il suo compito. Proprio per questo ogni giocatore dovrà avere tempestività di esecuzione e un’ amalgama con i compagni molto elevata.

Continua a leggere e scaricare l’articolo >>>>>>>>>

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...